Movimento 5 Stelle Saronno Filo Diretto

sempre dalla parte dei cittadini

SERVE PIU’ OCULATEZZA NELL’USO DELLE RISORSE

NEL SUO COMUNICATO STAMPA IL M5S DI SARONNO AFFRONTA I DIVERSI PUNTI CHE HANNO PORTATO IL CONSIGLIERE DAVIDE VANZULLI A VOTARE CONTRO  IL DOCUMENTO UNICO DI PROGRAMMAZIONE E IL BILANCIO DI PREVISIONE, PRESENTATI DALLA GIUNTA IN CONSIGLIO COMUNALE IL 31 GENNAIO 2017.

IL PORTAVOCE DEL M5S SPIEGA IL PERCHE’:  “SERVE PIU’ OCULATEZZA NELL’USO DELLE RISORSE“, E MANIFESTA DELUSIONE E PERPLESSITA’ CIRCA LE ASPETTATIVDavide-Vanzulli-con-il-logo-M5S-SaronnoE DELLA CITTADINANZA DOPO UNA CAMPAGNA ELETTORALE DA PARTE DELLA LEGA BASATA SU PROMESSE DISATTESE.

“Il DUP e il bilancio di previsione triennale di questa Amministrazione non lasciano  intravedere alcun cambiamento di rotta rispetto a quella tracciata dalle precedenti Amministrazioni. Saremo tuttavia favorevoli a supportare, strada facendo, tutte quelle iniziative volte alla trasparenza, ad un bilancio partecipativo e al reale sviluppo economico della nostra città. ”
Così spiega il Consigliere Davide Vanzulli nel suo intervento del 31 gennaio in consiglio comunale.  Il voto contrario del M5S è riconducibile alla necessità di utilizzare le poche risorse economiche a disposizione del Comune con raziocinio e oculatezza, stabilendo delle priorità.
“La sezione strategica del DUP dovrebbe individuare e concretizzare gli indirizzi strategici dell’Ente, sviluppando le linee programmatiche di mandato di ogni Amministrazione Pubblica, ma vediamo francamente un elenco di propositi elettorali ma di concreto nulla
prosegue nel suo intervento il portavoce del M5S -Per i tributi locali le aliquote resteranno pressocchè invariate, la riduzione delle tasse ai cittadini resta una promessa non realizzata nè realizzabile, previsioni incerte anche per le Entrate relative alla violazione del Codice della Strada, tenendo conto che molti crediti non vengono riscossi e risultano di difficile esigibilità. Stesso discorso vale per gli oneri di urbanizzazione: preventivare l’importo di 6.150.000,00 euro nell’arco del triennio sembra una previsione più finalizzata a far quadrare i conti che a realizzare concretezze.Passando poi alla Sezione Missione Diritti Sociali, Politiche Sociali e Famiglia la previsione delle spese correnti si ridurrà di 400.000,00 euro (il 7%), andando a toccare  così un importante e delicato settore, non mi sarei mai aspettato da parte dell’Amministrazione – afferma Vanzulli – la scelta di questa ulteriore riduzione delle risorse stanziate. I propositi riguardanti invece lo Sviluppo Economico e Competitività sembrerebbero ottimi da quanto si legge nel DUP ma privi di riscontro andando a vedere quanto L’Amministrazione prevede di spendere, anche in questo caso le riduzioni previste per il 2017 si aggirano attorno al 56%. Quale rilancio ci aspettiamo con un simile taglio alle spese?
Passando al capitolo Sicurezza, nonostante l’investimento per l’istallazione delle telecamere e i 150.000,00 euro previsti per la nuova centrale operativa radio, mi sembra non sia e non possa cambiare molto la realtà cittadina che necessita di ben diversi interventi in merito.”L’ultimo punto che il M5S vuole rimarcare con grande determinazione attraverso il suo Portavoce in CC è la questione legata all’indebitamento del Comune di Saronno, con la previsione di accensione di nuovi mutui, stando al bilancio di previsione triennale, per finanziare alcuni investimenti individuati dall’Amministrazione, che ci auguriamo seguano un ordine di priorità in base alle esigenze cittadine, considerando la scarsità delle risorse a disposizione e sperando che le entrate correnti ne consentano la copertura.
Per questa ragione non ci troviamo d’accordo sui 400.000,00 euro previsti per la realizzazione di un’area feste, così come la scelta di un costoso Staff del Sindaco e l’incremento del fondo dei dirigenti.Se paragoniamo poi tutto questo al taglio alle Politiche Sociali, è  inevitabile da parte nostra manifestare perplessità…ma anche delusione…..per le aspettative di una città ferma ad una campagna elettorale fatta di grandi promesse ma che a distanza di quasi due anni si ritrova di fronte ad un Bilancio di previsione  2017/2019 che non cambierà le cose neppure per i prossimi tre anni”.
Please follow and like us:
0

Articoli Correlati

I commenti sono chiusi.