DOMANI 22 SETTEMBRE ORE 18 TUTTI A RIMINI CON ITALIA 5 STELLE.

DOMANI 22 SETTEMBRE ORE 18 TUTTI A RIMINI CON #Italia5Stelle.

NEL FRATTEMPO LA PIATTAFORMA ROUSSEAU INTASATA DALL'…

Pubblicato da MoVimento 5 Stelle Saronno su Giovedì 21 settembre 2017


FACCIAMO CHIAREZZA SULLE REGIONALI IN SICILIA.
IL CAOS CHE STANNO CREANDO I MEDIA E GLI AVVERSARI POLITICI MIRA SOLTANTO A DISTOGLIERE IL LETTORE DAL VOTO AL M5S. INFORMATEVI, LEGGETE, DOCUMENTATEVI….MA SOPRATTUTTO NON CADETE IN TRAPPOLA PERCHE’ E’ QUELLO CHE VOGLIONO PER LASCIARE ANCORA LA SICILIA NELLE LORO MANI !

La prima cosa che faccio, se sarò eletto presidente, sarà quella di tagliare gli stipendi dei deputati regionali e di abolire i vitalizi degli ex deputati regionali.
Valgono 17 milioni di euro.
Con quei soldi voglio farci un fondo per dare un aiuto alle giovani donne lavoratrici autonome. Una lavoratrice, troppo spesso purtroppo, deve rinuncia a diventare madre perché non può lasciare il proprio lavoro. Una cosa profondamente ingiusta, oltre che incivile, per una regione come la nostra. Quindi metteremo quei soldi al servizio di queste lavoratrici e di tutte quelle persone bisognose.
Il 5 novembre, #SceglieteilFuturo!

Pubblicato da Giancarlo Cancelleri su Mercoledì 20 settembre 2017

di Ignazio Corrao

Vorrei ricordare un paio di cose a tutti. La prima cosa è di natura tecnica, ossia che le “primarie” non sono un obbligo di legge ma una facoltà, democratica, esercitata nelle elezioni regionali siciliane solo ed esclusivamente dal M5S. Nessuno ha speso una singola parola e ha fatto casi mediatici sulla totale e squallida ASSENZA DI DEMOCRAZIA in tutti gli altri concorrenti, sul modo in cui vengono composte le liste di Musumeci, di Micari o del democraticissimo Fava (che anche loro, come candidati presidenti, non sono stati scelti da nessun iscritto ma sono frutto di accordi di segreterie).
Come vengono scelti i loro candidati ve lo dico io e vi chiedo di ricordarlo a tutti: le (numerose) liste di tutti i candidati vengono realizzate con la squallida logica del “quanti voti porta”.
Assistiamo ad una continua transumanza da sinistra a destra, che va avanti nel silenzio generale. Tutto viene scelto sulla base di accordi, promesse, spartizione di potere e di poltrone. Tutto. Anche il giorno dopo le elezioni continuerà la transumanza dentro l’Assemblea regionale siciliana a seconda della convenienza del momento.
Il popolo della destra e della sinistra di questa situazione si indigna? Qualche tesserato fa ricorso per non aver potuto partecipare? Qualcuno crea casi mediatici?
No, a tutti va benissimo così.
Il M5S invece è l’unico che ha scelto i suoi 62 candidati all’Assemblea (una sola lista, non le liste della spesa come gli altri) e il candidato Presidente tra “cittadini normali” in una consultazione tra gli iscritti.
La potete girare come vi pare ma la sostanza non cambia, l’unica lista ad essere stata composta con delle primarie tra cittadini normali, in un panorama politico a dir poco squallido, è anche l’unica lista ad essere attaccata, e a me sinceramente mi girano fortissimamente le p….
Di cosa parlano i giornali e le TV? Del fatto che gli altri fanno tutto sotto banco e di nascosto? No, ma di come devono essere fatte le primarie del M5S e che dobbiamo candidare nella nostra unica lista i nostri oppositori.
La seconda cosa è invece di natura teorica o filosofica. Ma voi vi vorreste mai candidare con un partito di cui non condividete nulla? Perché dovrei voler candidarmi con qualcosa che schifo e che attacco sempre pubblicamente? Fareste ricorso se casa pound o rifondazione comunista vi escludono dalle loro liste?
A me sembra che il tema della democrazia interna non interessa minimamente o addirittura non esista quando riguarda gli altri mentre diventa centralissimo solo se riguarda il metodo di scelta del M5S.
Ritengo totalmente assurdo che una persona che detesta e attacca di continuo un determinato partito o movimento (ad esempio Saviano con noi) voglia candidarsi con quel partito o movimento oppure pretenda che un giudice (come è accaduto con il ricorso da parte di uno che fa parte di un gruppetto che ci attacca di continuo) gli conceda di far parte di una lista regionale che rappresenta un progetto ed una speranza per un intero popolo.
Come disse allora il profeta Fassino, la democrazia consente a chiunque di raggruppare delle persone con idee simili (o senza idee come la gran parte di chi ci attacca), creare il proprio partito politico, raccogliere delle firme (autentiche), partecipare alle elezioni e fare il protagonista se se ne hanno le capacità, troppo facile cercare visibilità sul lavoro altrui senza aver mai fatto o dimostrato nulla.
Per quale oscura ragione delle persone che passano le proprie giornate ad attaccare e schernire il M5S devono pretendere di candidarsi con quel simbolo che tanto disprezzano?
C’è un detto che dice “dagli amici mi guardi Dio, che dai nemici mi guardo io”.
Noi sapevamo benissimo che la battaglia che abbiamo davanti sarebbe stata durissima, perché oltre a degli avversari che dispongono di un sistema tentacolare e devastante dovevamo guardarci anche dal fuoco amico, il fuoco dei tanti individualisti (quelli che il M5S è bellissimo se ci sono loro davanti altrimenti fa schifo tutto), quelli che vanno sempre contro a prescindere (a meno che non sono loro le prime donne), il fuoco di quelli che a parole vorrebbero cambiare la propria terra e chiudere con il passato ma che in pratica, cercando di ostacolare qualsiasi reale cambiamento, sono gli alleati più efficaci del vecchio sistema.
Lo sapevamo allora e lo sappiamo ora, per questo andiamo avanti sempre più convinti, chiedendo a tutta la gente onesta e di buona volontà di darci una mano. Il 5 novembre è una occasione di riscatto per un intero popolo, quello siciliano.
Qui c’è da remare con tutte le nostre forze nella stessa direzione. Se non facciamo di tutto per cogliere l’opportunità di cambiare tutto con Giancarlo Cancelleri Presidente il giorno dopo avremo sempre gli stessi al potere e ci mangeremo le mani.
P.s. Resto fedele ai principi del V-day, per me tutta sta gente al servizio di questo sistema marcio, anche quelli che lo sono inconsapevolmente (il che è ancora più grave) se ne devono andare tutti dritti affanc…
Per aspera ad Astra


IL GIGANTE DA ABBATTERE

IL M5S…..IL GIGANTE DA ABBATTERE!

Ce la stanno mettendo tutta per neutralizzare la forza politica al primo posto in…

Pubblicato da MoVimento 5 Stelle Saronno su Martedì 19 settembre 2017


Uno di Noi

LUIGI DI MAIO – IL RAGAZZO D'ORO DEL M5S.

Entra a far parte del M5S nel 2007, nel 2010 si candida come consigliere comunale del suo comune, in seguito alle cosiddette " elezioni parlamentarie" del M5S viene candidato on line ed eletto alla Camera dei deputati per le politiche del 2013, dove viene nominato vice Presidente il 21 marzo dello stesso anno.
Dario Fo lo definì "inimmaginabile", come inimmaginabile è stata la sua ascesa politica in questi 4 anni che lo hanno portato in vetta alle preferenze nei sondaggi, e in profondità nei cuori della gente, questo è IL RAGAZZO D'ORO DEL M5S, questo è il nostro LUIGI DI MAIO.
31 anni, un viso da bravo ragazzo, un'eleganza impeccabile nell'abbigliamento e nei modi, un linguaggio sciolto e pronto nelle risposte, mai una parola fuori posto. Da Pomigliano d'Arco a Montecitorio, e poi con i suoi viaggi in tutto il mondo rappresentando il M5S come meglio non avremmo sperato. Attaccato dai detrattori, combattuto e temuto dagli avversari politici, portatore di Onestà e di Trasparenza, di un sorriso sempre pronto, simpatico anche a chi non vuole ammetterlo. LUIGI è davvero il ragazzo della porta accanto, in lui rivediamo il sogno italiano di un Paese diverso, tutto il Movimento si rispecchia in lui e aspetta il momento di poterlo riconoscere LEADER E CAPO DI GOVERNO, perchè solo allora il sogno si potrà realizzare restituendo al popolo la dignità e la sovranità persa per mano di chi…oggi come ieri e come domani……..ha fatto man bassa del bottino riducendo l'Italia quasi alla fame. Alziamo la testa e pretendiamolo questo cambiamento! LUIGI DI MAIO CANDIDATO PREMIER DEL M5S……IL NOSTRO RIFERIMENTO…..IL NOSTRO "RAGAZZO D'ORO"!
#m5ssaronno
filodiretto@saronno5stelle.it
www.saronno5stelle.it

Pubblicato da MoVimento 5 Stelle Saronno su Lunedì 18 settembre 2017


LUIGI DI MAIO HA ACCETTATO LA CANDIDATURA A PREMIER PER IL MOVIMENTO 5 STELLE

Come tanti di voi ho iniziato questo percorso 10 anni fa, l'8 settembre del 2007 con un banchetto. Ed è dal banchetto…

Pubblicato da Luigi Di Maio su Sabato 16 settembre 2017


In questo post Alessandro Di Battista, come tutti i portavoce del MoVimento 5 Stelle, esprime lo spirito di questa Comunità. Seppur importante il carisma delle persone per noi è fondamentale condividere il programma di Governo dove le linee guida sono decise da noi cittadini. Trovare, insieme, soluzioni per governare il paese in favore di ogni persona che vive in Italia. La figura di Premier rimane la stessa di ogni portavoce, cittadino nelle Istituzioni. Ogni cittadino è un collaboratore del futuro Premier. Aiutiamolo a far uscire questo paese dal torpore. Riprendiamoci la nostra Sovranità.

Ho deciso di non candidarmi a Premier del Movimento 5 Stelle. Le ragioni le spiegherò durante il mio intervento sabato…

Pubblicato da Alessandro Di Battista su Lunedì 18 settembre 2017


Noi Rinunciamo ai Privilegi

ABBIAMO UFFICIALMENTE RICHIESTO DI RINUNCIARE ALLA PENSIONE PRIVILEGIATA DA PARLAMENTARI

Oggi nel corso di una conferenza stampa abbiamo presentato e firmato la richiesta ufficiale per rinunciare alla pensione privilegiata che abbiamo maturato in quanto parlamentari della Repubblica. E’ una rinuncia di cui i Presidenti delle Camere devono solo prendere atto.

Come sapete quella per il taglio dei vitalizi è una battaglia che portiamo avanti fin dal primo giorno. Abbiamo percorso varie strade: proposte di legge, delibere negli uffici di presidenza delle Camere, atti di vario tipo. I partiti sono sempre riusciti a affossare e insabbiare tutto, sempre.

Ora basta, Il D-Day dei partiti è giunto e la maschera è caduta.

Pubblicato da Luigi Di Maio su Venerdì 15 settembre 2017

Sottoscrivo e sostengo quanto richiesto dai nostri parlamentari. E' una battaglia di civilta e di buonsenso davvero…

Pubblicato da Paola Ezzelina Macchi su Venerdì 15 settembre 2017


Dateci la possibilità di governare e cambieremo faccia alla politica

UNA CICLABILE SULLA SPONDA DEL NAVIGLIO DI MILANO GRAZIE AL M5S.

Qualcuno provocatoriamente si rivolge al M5S dicendo: …

Pubblicato da MoVimento 5 Stelle Saronno su Domenica 17 settembre 2017


Intanto il MoVimento 5 Stelle
si prepara a governare
.

SALVINI GRIDA "AL COMPLOTTO"!
RENZI GLI RISPONDE " LADRI"!
INTANTO IL M5S………….

Intanto il M5S ha già restituito…

Pubblicato da MoVimento 5 Stelle Saronno su Venerdì 15 settembre 2017


LA PENSIONE ENIGMISTICA DEL M5S.

di MoVimento 5 Stelle

Beh, non è affatto male prendere una pensione da quasi mille…

Pubblicato da MoVimento 5 Stelle Saronno su Giovedì 14 settembre 2017

 

Nel seguente video diamo un piccolo aiuto.


LA LEGA NORD DA
I NUMERI

LA LEGA NORD DA I NUMERI: DICHIARA FINANZIAMENTI PER 26 MILIONI, POI NE STANZIA SOLO 26 MILA!

Incredibile! Il Sottosegretario ai rapporti con il Consiglio regionale Ugo Parolo, rispondendo alla mozione #M5S di Paola Macchi Regione Lombardia che chiedeva interventi per la sicurezza del Lago Maggiore, aveva dichiarato in aula un finanziamento di 26 MILIONI, peccato che poi nella delibera della giunta sono diventati 26 MILA! ⇨ https://goo.gl/2gE5YJ

Signori, questa è la Lega Nord. Prendere in giro i cittadini è una sua prerogativa. Ricordatevelo quando tra qualche mese sarete chiamati alle urne. Fate circolare questo video per favore.

Pubblicato da MoVimento 5 Stelle Lombardia su Giovedì 14 settembre 2017


ELEZIONI SICILIANE

Se noi riusciamo a risolvere i problemi della Sicilia, riuscir…

Se noi riusciamo a risolvere i problemi della Sicilia, riusciremo a risolvere i problemi dell’Italia.

Pubblicato da Daniela Aiuto su Martedì 12 settembre 2017


 

IL M5S IN SICILIA CI SARA’!

Nonostante il ricorso fatto da un iscritto per essere ammesso in lista, nonostante il tribunale abbia per questo sospeso momentaneamente le regionarie, nonostante i partiti tentino improbabili coalizioni che portino voti sperando di toglierli al M5S, nonostante stiano cercando in tutti i modi di spiazzare il nostro candidato Giancarlo Cancellieri con ogni mezzo (e certo non serve troppa fantasia per immaginare quali siano i “mezzi” )…..IL M5S IN SICILIA CI SARA’!!!!
Questo ricorso saltato fuori da parte di un iscritto non servirà a creare quel “caos” sperato per fermare la corsa al cambiamento, nè potrà aggiungere credibilità a chi arriva a tanto per conquistare una manciata di voti o addirittura per screditare il Movimento, Cassimatis docet. Questa volta non è la politica che lo chiede ma tutti i siciliani che numerosissimi affollano le piazze dove Cancelleri e Luigi Di Maio, anche in questi giorni, spiegano il programma col quale si governerà la regione.
#m5ssaronno
filodiretto@saronno5stelle.it
www.saronno5stelle.it

Giancarlo Cancelleri
Sappiamo benissimo che i partiti stanno facendo di tutto per impedire che la Sicilia diventi la prima regione a 5 stelle; sanno che se dovesse accadere per loro è finita, non potranno più mettere le loro luride mani su appalti, enti, finanziamenti, servizi e tutto quello che avrebbe dovuto portare sviluppo a quest’isola e che invece è stato usato per rimpolpare qualche portafogli.
Ma per farcela ho bisogno del vostro aiuto, bisogna andare casa per casa, come stiamo facendo io e Luigi, e spiegare alla nostra gente che un altro futuro è possibile, basta sceglierlo.

Pubblicato da MoVimento 5 Stelle Saronno su Martedì 12 settembre 2017


ALLE PROSSIME ELEZIONI NON FACCIAMOCI FREGARE !

Invitiamo tutti i #cittadini a fare una coalizione del paese #Italia…

Pubblicato da MoVimento 5 Stelle Saronno su Domenica 10 settembre 2017


La stampa estera umilia quella italiana.

Venerdì 8 settembre 2017 è uscito un bel articolo che onora i giornalisti non…

Pubblicato da MoVimento 5 Stelle Saronno su Sabato 9 settembre 2017


Differenza tra il Reddito di Cittadinanza
e Reddito di Inclusione
.

Differenza tra il Reddito di Cittadinanza e
Reddito di Inclusione.

Più volte abbiamo spiegato questo aspetto della…

Pubblicato da MoVimento 5 Stelle Saronno su Venerdì 8 settembre 2017


Nei mesi scorsi sul nostro sito https://saronno5stelle.it/vaccini/ abbiamo cercato di informare sul tema “Vaccini”….

Pubblicato da MoVimento 5 Stelle Saronno su Giovedì 7 settembre 2017


Per il MoVimento 5 Stelle la partecipazione dei cittadini a governare ha un valore molto importante.

In questi anni…

Pubblicato da MoVimento 5 Stelle Saronno su Mercoledì 6 settembre 2017


QUESTO TESTO DI LUIGI DI MAIO E’ IMPORTANTE E SIGNIFICATIVO NON SOLO PER TUTTI GLI ATTIVISTI DEL M5S MA PER L’INTERO…

Pubblicato da MoVimento 5 Stelle Saronno su Martedì 5 settembre 2017


22 OTTOBRE REFERENDUM IN LOMBARDIA.
VOTIAMO ” SI ” PER GESTIRE MEGLIO LE NOSTRE RISORSE IN REGIONE
.

22 OTTOBRE REFERENDUM IN LOMBARDIA.
VOTIAMO ” SI ” PER GESTIRE MEGLIO LE NOSTRE RISORSE IN REGIONE.

Scaricate il volantino del REFERENDUM:

Pubblicato da MoVimento 5 Stelle Saronno su Lunedì 4 settembre 2017

Info grafica


Il volta faccia del Partito Democratico

 

Il #referendum che si terrà in Lombardia su proposta del #M5S ha evidenziato ancor di più l’opportunismo e l’incoerenza del Pd, che prima ha preso le distanze dalla consultazione, poi, una volta che i loro stessi sindaci hanno formato un Comitato per il Sì rendendosi conto dei vantaggi porterebbe sui territori, hanno fatto marcia indietro.

Il Pd è il partito che prende posizione in base a come tira il vento. Non dimentichiamo che solo pochi mesi fa lo stesso PD votava Sì per accentrare il potere a Roma per mezzo della riforma costituzionale i Renzi e soci. Condividiamo le parole di Silvana Carcano – Movimento 5 Stelle Lombardia.

Pubblicato da MoVimento 5 Stelle Lombardia su Venerdì 8 settembre 2017


Versiliana 2017, processo ai 5 stelle. Ottava edizione della festa annuale del
Il Fatto Quotidiano,
al Parco la Versiliana (Marina di Pietrasanta – LUCCA) dal 31 agosto al 3 settembre.

M5S, ALESSANDRO DI BATTISTA INTERVISTATO ALLA FESTA DEL
IL FATTO QUOTIDIANO 2017


  Se gli elettori lo vorranno, raccoglieremo la grande sfida di cambiare, questa volta davvero, il nostro Paese.
Luigi Di Maio

 

Come promesso ecco il video integrale del mio intervento a Cernobbio.

Mi fa piacere essere qui oggi e avere l’opportunità di raccontare anche dinanzi a questa platea l’idea di Paese che il M5S ha in cantiere, il programma e le idee che abbiamo in mente per l’Italia. E’ stato detto tanto in questi anni sul Movimento 5 Stelle e talvolta si sono semplificate o strumentalizzate molte nostre posizioni. Anche per questo motivo oggi vorrei confrontarmi con voi per chiarire che il Movimento 5 Stelle non vuole un’Italia populista, anti-europeista o estremista.

Noi un’idea di Italia ce l’abbiamo bene in mente e non ha nulla a che fare con queste definizioni. L’Italia che stiamo disegnando, anche insieme a esperti, accademici e professionisti, è una “Smart nation”, un Paese che si fonda sull’innovazione tecnologica, nel pubblico come nel privato. Immaginiamo un Paese snello, veloce, efficiente. Un Paese dove aprire un’impresa è semplice come aprire un sito internet. Quando pensiamo a un modello di buon governo, è ai Paesi del Nord Europa che rivolgiamo il nostro sguardo. Anche per questo come Parlamentari del Movimento 5 Stelle abbiamo commissionato uno studio, Lavoro 2025, per conoscere in anticipo quali trasformazioni economiche, sociali e tecnologiche ci saranno da qui ai prossimi dieci anni e per non farci trovare impreparati su un tema cruciale per il futuro. Non ci interessa distruggere, ci interessa costruire e farlo al meglio.Noi abbiamo un concetto alto della politica, una politica intesa come amministrazione della cosa pubblica nell’interesse comune, una politica che non si mette al servizio di nessuno, se non dei cittadini. Per fare questo bisognerà anche ripensare al concetto di trasparenza tra la politica e i portatori di interesse. E’ arrivato il momento di regolamentare il rapporto tra la politica e le lobby, così come accade in molte altre parti d’Europa.

ll Movimento 5 stelle non è contro il giusto profitto o l’impresa. Al contrario vogliamo tutelare chi crea valore ma proprio per questo però siamo contro gli sprechi, l’utilizzo sconsiderato dei soldi pubblici e i privilegi che hanno contribuito a soffocare lo sviluppo anche imprenditoriale del Paese. Il nostro scopo fondamentale è il ritorno ad una morale pubblica che consenta alle imprese di lavorare in un contesto pulito, libero da sprechi e condizionamenti esterni.

Ecco perché quella contro gli sprechi, specie quelli della politica, è una nostra battaglia storica, che ci avvicina alle esigenze delle imprese.
Su questo punto la classe politica attuale ha fatto pochissimo o nulla. Ai tagli selettivi e meritocratici ha preferito la logica dei tagli lineari. Invece che migliorare, così, la qualità della spesa è peggiorata.

La lotta agli sprechi da sola ovviamente non è sufficiente. L’Italia deve poter ri-contrattare alcuni trattati europei che impediscono una solida ripresa. Penso in particolare al Fiscal Compact. Questo non significa che il M5S sia anti-europeista. Si tratta di un’altra semplificazione. L’austerità ha fallito su tutta la linea, non centrando nemmeno il suo obiettivo manifesto: ridurre il rapporto debito/Pil. Questo infatti è cresciuto di oltre 32 punti percentuali dal 2007 ad oggi (da meno del 100% a più del 132% di quest’anno). La rincorsa folle al pareggio di bilancio pubblico ha sacrificato le spese produttive, cioè gli investimenti, e le imprese hanno pagato così anche l’invecchiamento infrastrutturale e il mancato sviluppo tecnologico.

Pensiamo alla politica economica. Come riconoscono oggi anche molti economisti ortodossi, l’euro è una moneta disegnata su misura per l’economia tedesca. Favorisce le sue esportazioni nei confronti dei partner europei abbassando artificiosamente il valore della moneta, tanto che alcuni analisti parlano di euro-marco. Grazie alla spinta delle esportazioni la Germania non ha alcuna difficoltà a mantenere il bilancio pubblico in pareggio, ma lo stesso non si può dire per tutti gli altri Paesi. I cosiddetti PIIGS e la Francia hanno pagato le asimmetrie della moneta unica prima con i deficit commerciali e poi con l’austerità. Eppure la soluzione politica non sta nel muro contro muro. Il M5S ne è perfettamente consapevole. L’aver parlato di referendum consultivo sulla moneta unica serve soprattutto a sollevare questo tema, e ad avere un potere contrattuale e una via d’uscita nel caso estremo in cui le esigenze dei Paesi del Sud Europa continuino ad essere ignorate. Il problema andava posto, e siamo orgogliosi di averlo fatto.

Gli stessi dati economici dell’ultimo biennio, se analizzati da un punto di vista meno governativo, sono tutt’altro che incoraggianti. Il MoVimento ha sempre visto come non sufficiente l’indicatore utilizzato tradizionalmente per misurare il benessere economico, cioè il Pil. Nella Legge di Bilancio di quest’anno compare il BES, cioè l’indice di Benessere Equo e Sostenibile, ma tiene conto solo 12 fattori socio-economici scelti con grande discrezionalità, e ha quindi un valore molto limitato. Non mancano gli studiosi che da anni stanno sviluppando indici alternativi molto interessanti. Siamo intenzionati a valorizzarli perché pensiamo che la produzione debba stare insieme all’ambiente, alla salute e alla qualità del posto di lavoro.

In ogni caso pil, crescita e i dati diffusi dai principali istituti nazionali e internazionali come detto una lettura se pur parziale la danno e quindi li commenterò anch’io.
L’Italia, dopo lunghi anni di recessione, rimane oggi in grandissima difficoltà. Nel 2016 siamo stati ULTIMI per crescita in Europa, è tornato a crescere il tasso di disoccupazione all’11,3% e quello giovanile sopra il 35%. È vero che diminuiscono gli inattivi, ma un’analisi di più largo respiro ci mostra che l’occupazione cresce soltanto nella fascia over 50. Su 100 contratti, a giugno 2017, solo 20 erano a tempo indeterminato. La crescita in Italia nel secondo semestre è dello 0,4% a fronte dello 0,6% dell’Europa. La crescita tendenziale del 2017 è dell’1,5% mentre in Europa è del 2,2%.

Il Pil reale è ancora oggi inferiore di quasi il 7% al livello pre-crisi. Abbiamo quindi perso 10 anni sprecando in gran parte anche la congiuntura internazionale favorevole degli ultimi 3

Sono qui a proporvi un percorso di sviluppo economico e stabilità alternativo, fondato sullo sviluppo tecnologico e l’innovazione. Gli investimenti da fare per diventare una smart nation sono tantissimi. Abbiamo già detto che un nostro obiettivo in 5 anni di governo è raggiungere il milione di macchine elettriche. Non stiamo parlando di qualcosa di astratto: sono appena rientrato da un tour della Sicilia a bordo di un pulmino elettrico, con cui abbiamo percorso 2000 km!

Il milione di auto elettriche è lo stesso numero a cui punta la Germania entro il 2020. In Olanda le auto a benzina saranno bandite dal 2025, in India saranno bandite dal 2030. Questi Paesi hanno un piano nazionale di elettrificazione della mobilità: anche l’Italia deve averne uno e noi lo proporremo.

C’è poi il tema della digitalizzazione della Pubblica Amministrazione che non è mai iniziata. Oggi qualsiasi cosa uno debba fare in banca la può fare con il mobile banking con tantissimo risparmio di tempo per il consumatore e con grande risparmio di costi da parte delle banche. Se hai a che fare con l’amministrazione pubblica invece devi prendere il biglietto (non sai mai quale) e fare la coda. Un anacronismo da risolvere. Pensate solo alla creazione di una partita iva, se in UK si può fare online nel giro di un paio d’ore perché non si può fare anche in Italia?
Bisognerà snellire, sburocratizzare, anche mettere ordine nella giungla di leggi, troppe, che imbrigliano l’attività di chi voglia investire nel nostro Paese. Una nuova legge si farà solo se serve e così cominceremo ad ottimizzare anche il lavoro del Parlamento. Burocrazia, infatti, è anche l’atteggiamento di un Parlamento che fa una legge ogni due giorni e mezo!

Potenzieremo l’accesso ad internet rendendolo un diritto per tutti e investiremo sulle tecnologie legate al turismo. Come diceva uno dei consiglieri di Obama, internet è la più grande fabbrica di posti di lavoro al mondo! Vi ricordo che per ogni euro investito nell’Internet delle cose si ha un ritorno di 12 euro: E con oltre 8 milioni di dispositivi connessi, l’Italia è uno dei maggiori mercati per le comunicazioni M2M (Machine-to-Machine) in Europa. Pensate se avessimo investito anche solo una parte delle risorse del Jobs Act.in questa direzione! Quella dell’Internet delle cose non è una tecnologia che cito per caso, è quella che cambierà la nostra vita nei prossimi anni, un po’ come hanno fatto gli smartphone nell’ultimo decennio. Significa che ogni cosa viene collegata in Rete e collegandosi diventa intelligente: smart. Che è ciò che vogliamo anche per il nostro Paese: un’Italia Smart Nation.

Noi siamo pronti a realizzarla. In questi mesi abbiamo coinvolto nella elaborazione del nostro programma di governo attraverso la Rete migliaia di cittadini, e nei prossimi mesi lo presenteremo alle varie realtà imprenditoriali, associazioni di categorie, a tutti gli stakehholder italiani e non solo con cui intraprendere un primo costruttivo e trasparente confronto.

A fine settembre il MoVimento 5 Stelle presenterà il suo candidato premier e successivamente la sua squadra di governo, che avrà al suo interno profili di grande competenza. Anche per dimostrare di essere all’altezza delle sfide che si è posto.

Se gli elettori lo vorranno, raccoglieremo la grande sfida di cambiare, questa volta davvero, il nostro Paese.

Pubblicato da Luigi Di Maio su Domenica 3 settembre 2017


IL CICLONE “CETA” SPAZZERA’ L’AGRICOLTURA ITALIANA

IL CICLONE “CETA” SPAZZERA’ L’AGRICOLTURA ITALIANA, MA QUANTI SANNO REALMENTE COSA SIA ?

Entrerà in vigore…

Pubblicato da MoVimento 5 Stelle Saronno su Sabato 2 settembre 2017


ELEZIONI REGIONALI SICILIA…….IMPOSSIBILE NON PARLARNE.

La parte migliore di questa campagna elettorale ce l’hanno…

Pubblicato da MoVimento 5 Stelle Saronno su Venerdì 1 settembre 2017


PORTO TORRES COMUNE A 5 STELLE VARA IL PROGETTO DI UN REDDITO ENERGETICO.

“Il progetto ha preso forma grazie alla…

Pubblicato da MoVimento 5 Stelle Saronno su Giovedì 31 agosto 2017

 


E MENTRE IL M5S CONCLUDE IL SUO TOUR IN SICILIA PARLANDO DI CAMBIAMENTO E ONESTA’……………….
C’E’ CHI SI…

Pubblicato da MoVimento 5 Stelle Saronno su Mercoledì 30 agosto 2017

 



In evidenzia:

APPROVATA IN CONSIGLIO COMUNALE A SARONNO LA MOZIONE DEL M5S SUI PASTI NELLE MENSE SCOLASTICHE.

Il M5S di Saronno ha presentato ieri 30 maggio, in consiglio comunale, una Mozione riguardante i pasti nelle mense scolastiche.

Inizialmente le Mozioni erano due, suddivise tra:

CONSUMAZIONE DEL PASTO DOMESTICO A SCUOLA ” e
DOGGY BAG per la RIDUZIONE SPRECO DI CIBO NELLE MENSE ”,

iconapdfpiccola Pasto da Casa            

iconapdfpiccola Allegato Miur348

RIDUZIONE DELLO SPRECO DI CIBO NELLE MENSE.

iconapdfpiccola Doggy Bag

che su richiesta della maggioranza sono confluite in un’unica Mozione mantenendo integro il contenuto.

Per la prima volta sul territorio Saronnese il M5S vince una battaglia importante, ottenendo un risultato concreto riguardo due argomenti particolarmente delicati.

Venire in aiuto delle famiglie è la priorità della proposta circa il “ pasto da casa ”, offrire la possibilità di scegliere se usufruire della mensa scolastica o dare ai propri figli un pasto domestico non è cosa da poco, tenendo conto che le rette per i buoni mensa incidono notevolmente sul bilancio di tante famiglie, considerando anche il fatto che a volte i bambini avanzano molto del cibo già pagato, per diverse motivazioni.


La “Doggy Bag “ rappresenta invece un passo avanti verso la
consapevolezza del valore del cibo, che i bambini impareranno a non sprecare utilizzando il sacchetto termico (Doggy Bag appunto) per portare a casa quanto avanzato a scuola rimasto intatto,
come pane, frutta yogurt.

Democrazia per le scelte, quindi, e sensibilizzazione al valore del cibo, sono i due punti fondamentali alla base della Mozione del M5S di Saronno, approvata in consiglio comunale, e che rappresenta il risultato di un ottimo lavoro svolto dal gruppo Saronnese col suo consigliere comunale Davide Vanzulli.


LE ACCUSE RIVOLTE A LUIGI DI MAIO DA ALCUNI RICERCATORI PRESENTI DURANTE LA SUA VISITA AD HARVARD: ” SIETE IMPREPARATI “.
Vediamo in questo video, seguendo alcuni parametri, come seleziona i suoi candidati il M5S, e poi decidiamo se i ricercatori polemici avevano ragione o forse avrebbero dovuto rivolgere le loro accuse a qualcun altro.

Video realizzato da Francesco Impari del M5S Saronno


M5S SARONNO COSA HA FATTO PER LA CITTADINANZA ?

La_Sovranità_appartiene_al_popolo
consigliere Davide Vanzulli – M5S Saronno

Ci sembra doveroso spiegarlo agli elettori, ma anche a quei cittadini che non ci hanno votato e per i quali lavoriamo imprescindibilmente, giorno dopo giorno, con i pochi mezzi a disposizione che noi “moltiplichiamo” con la forza del nostro impegno e della nostra determinazione.

francesco-impari
Francesco Impari M5S Saronno

Partendo dal 2014 col “Seminario sugli Organi di Governo dei Comuni e lo Statuto Comunale”, passando per ” L’Osservazione sul Piano di Governo del Territorio”, arriviamo alle Amministrative del 2015, in cui i rappresentanti della lista del M5S Saronno e il loro candidato Sindaco Francesco Impari affrontano la loro campagna elettorale sulla base di un importante programma, scritto a più mani e molto apprezzato, grazie al quale ( con l’impegno di tutti gli attivisti ) si vedono premiati con un 8,9% di preferenze ( al netto di alleanze che il M5S non ha mai accettato) e la presenza in Consiglio Comunale di un portavoce del gruppo.

Da quel momento la nostra forza politica non è più stata “un’idea” ma si è concretizzata non solo nei numerosi gazebo con i quali incontriamo i cittadini divulgando le informazioni e raccogliendo anche i loro pensieri, ma anche con un susseguirsi di reali impegni politici e sociali.

— Importantissima la costituzione di una Commissione sulla Trasparenza, punto fermo della nostra battaglia elettorale.

— Elaborazione di un progetto sul Bilancio Trasparente, oggi presente nel sito comunale, accessibile e comprensibile a tutti i cittadini.

— Raccolte firme per numerosi referendum, primo fra tutti quello per il NO alla riforma Costituzionale, che ci ha visti tra i primi posti nella provincia per impegno e numero di adesioni.

— Segnalazioni di alcune buche di carotaggio pericolose, in cantiere Pedemontana, messe poi in sicurezza.

— Mozione in CC per la modifica dell’Ufficio di Presidenza, con richiesta che fosse aperto al rappresentante di tutte le forze politiche.

— Mozione presentata in CC per la richiesta del Baratto Amministrativo.

— Interpellanza in CC alcuni mesi dopo per richiesta di un aggiornamento sulla situazione del Baratto Amministrativo, tuttora fermo.

piazza Saragat - Saronno
piazza Saragat

Mozione presentata in CC sul problema parcheggio in P.zza Saragat con la richiesta d’introduzione di tariffe agevolate.

— Serata organizzata all’Aldo Moro con la collaborazione di ATTAC sul problema del trattato TTIP

— Incontro con la Consigliera Regionale Paola Macchi per discutere sulla riforma sanitaria.

— Numerose le nostre battaglie ecologiste sul territorio.

— La creazione del nostro sito www.saronno5stelle.it online già da tempo.

— La nostra seguitissima pagina facebook Movimento5 Stelle Saronno.

— La nostra mail aperta a tutti cittadini che volessero avere un confronto diretto o

Davide-Vanzulli-con-il-logo-M5S-Saronno
consigliere Davide Vanzulli M5S Saronno

comunque farci delle segnalazioni su problematiche riguardanti la città.

Il nostro canale YouTube dove troverete i nostri video.

— La presenza dei nostri rappresentanti sia alle manifestazioni nazionale ( Roma, Imola, Palermo), sia incontri locali con i parlamentari 5 Stelle.

— La partecipazione alla Riunione Provinciale attivisti M5S, avvenuta a Somma Lombardo, nella quale abbiamo presentato il nostro video sul Bilancio Trasparente realizzato da Francesco Impari con la collaborazione del Consigliere Davide Vanzulli. Erano presenti Vito Crimi, Paola Carinelli e Cosimo Petraroli con la consigliera regionale Paola Macchi. Il video potrete visualizzarlo sui nostri canali YouTube, sito, pagina facebook.

2017-01-27 riunione Provinciale M5S Somma Lombardo_02
Vito Crimi, Paola Carinelli M5S Nazionale

Questo non è tutto, altro è stato fatto, come ad esempio i nostri comunicati stampa sempre presenti sui giornali locali. Affrontiamo volta per volta le problematiche cittadine cercando di dare massima divulgazione con i gazebo, i comunicati, i social, seguiteci e supportateci nel nostro impegno.
Potremmo fare di più e ci stiamo organizzando perché ciò avvenga ma abbiamo bisogno del sostegno dei cittadini perché quella che oggi è solo una voce all’interno del Consiglio Comunale, col vostro aiuto domani potrebbe diventare qualcosa di più determinante per il futuro e il bene della nostra città.


filodiretto@saronno5stelle.it

Dettagli

SPRECO RISORSE

Consiglio Comunale

Dettagli

BILANCIO TRASPARENTE

Impari illustra con un video


Di Battista

IL M5S SARONNO IERI IN UNA PIAZZA GREMITA A VARESE AD APPLAUDIRE ALESSANDRO DI BATTISTA. Ieri 17 febbraio in p.zza P ...

Pedemontana Saronnese Infinita

TRATTE SVINCOLO B1 B2 SOTTOPASSO CICLOPEDONALE : ANCORA LAVORI IN CORSO, GLI AGRICOLTORI PREOCCUPATI. L’autorizzazio ...


Cosa Accade a Saronno?

Palazzone via Pusterla

Giovedì 26 gennaio abbiamo provveduto a consegnare all’ufficio protocollo del Comune le nostre osservazioni relative ...